Risparmio energetico

Servizi offerti da CROESUS S.r.l.

Croesus S.r.l. offre un servizio accurato nella predisposizione di tutta la documentazione necessaria a ottenere i benefici fiscali. Il cliente avrà un servizio accurato e puntuale,non dovendosi occupare di alcuna parte burocratica.

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate o direttamente questo link.

Note importanti

» Per i lavori che proseguono oltre il periodo d’imposta 2013, il contribuente dovrà comunicare all’Agenzia delle Entrate il proseguo dei lavori con modulo apposito da richiedere e compilare negli uffici competenti entro e non oltre il 31/03/2014 , pena il pagamento di sanzione;
» Il numero delle rate in cui dovrà essere ripartita la detrazione resta in 10 anni;
» La comunicazione all’ente competente ENEA dovrà essere fatta da un tecnico abilitato entro e non oltre 90 gg dal fine lavori, pena la decadenza della detrazione;
» I pagamenti dovranno essere effettuati rispettando le scadenze indicate in fattura e con la dicitura corretta degli estremi di legge per la detrazione richiesta.

Chi può beneficiare della detrazione?

Tutti i contribuenti, anche se titolari di reddito d'impresa, che possiedono a qualsiasi titolo l'immobile oggetto di intervento per la riqualificazione energetica.
Ovvero: il proprietario o il nudo proprietario; il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie); l'inquilino o il comodatario; i soci di cooperative divise, indivise e di società semplici; gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce; il familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile, a patto che spese e bonifici risultino intestati a lui.

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

Con la legge di stabilità si è dato il via libera alla proroga fino al 31 dicembre 2014 per usufruire al 65% dei cosiddetti "ecobonus", l'agevolazione fiscale per interventi di riqualificazione energetica, e al 50% della detrazione per le ristrutturazioni edilizie e l'acquisto di mobili (la cui spesa non può essere superiore a quella per i lavori di ristrutturazione a cui deve essere collegata)
Nel dettaglio sono state prorogate:
» la detrazione al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica, quindi interventi che aumentano il livello di efficienza energetica di edifici esistenti di qualunque categoria catastale (per il 2015 è prevista una detrazione del 50%);
» la detrazione al 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (in base a quanto previsto dall'articolo 3 del dpr 380/2001, testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia), fino a una spesa di 96mila euro per unità immobiliare (per il 2015 è prevista una detrazione del 40% e per il 2016 al 36%).